L’Assemblea generale

116

Martedì 28 settembre, alle 16,30, l’Associazione terrà la sua prima assemblea generale dopo i precedenti appuntamenti di fine giugno 2003 a Norcia, dove il neonato organismo associativo ha mosso i primi passi, e quello di dicembre scorso ad Iglesias, in Sardegna, dove è stato siglato l’atto costitutivo notarile.
Tra gli argomenti in discussione l’approvazione del bilancio, e l’approvazione del logo per il quale l’Associazione ha bandito un concorso di idee nazionali. A Marina di Camerota anche la cerimonia di premiazione dei primi tre elaborati scelti da una giuria composta dal presidente dell’Associazione nonché presidente della Comunità del Parco dell’Aspromonte Michele Galimi, dal presidente del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano Giuseppe Tarallo, dal presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte Antonio Perna, dal presidente dell’Associazione Pozzo Sella per il Parco Geominerario di Iglesias Gianpiero Pinna, dal vice presidente di Slow Food Vito Puglia e dall’architetta umbra Claudia Salimbeni. Agli autori dei loghi prescelti saranno assegnati dei premi per 1.600 (al 1°), 600 (2°) e 300 (3°) euro.
Sul tavolo della discussione anche il rinnovo del direttivo provvisorio composto dal sindaco di Cinquefrondi (RC) Michele Galimi e di Pisciotta (SA) Aniello Mautone, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Associazione, e dai sindaci di Canolo (RC) Silvio Larosa, di Norcia (PG) Alberto Naticchioni, di Montefortino(AP) Domenico Ciaffaoni, di Vernazza (SP) Gerolamo Leonardini, di Villamassargia (CA) Walter Secci, di La Maddalena (SS) Luigi Beltami, di San Costantino Albanese (PZ) Sandro Berardone, di San Donato di Ninea (CS) Pasquale Esposito, di Castiglione di Sicilia (CT) Angelo Scuderi, di S. Marco d’Alunzio (ME) Adelina Monaci, di Amatrice (RI) Antonio Fontanella, di Giffoni Sei Casali (SA) Alfonso Plaitano, e dai rappresentanti del comune di Celle di Bulgheria (SA) Gino Marotta e della Comunità Montana Agordina Ongaro Rizieri.
La riunione servirà inoltre a stilare il documento politico che verrà illustrato nel corso del convegno del giorno dopo.
«Dall’assemblea di Marina di Camerota, dovrà uscire una piattaforma programmatica capace di interpretare e sostenere le tante istanze che provengono dal sistema Parchi Italia inteso nella sua globalità nazionale e regionale – spiega il presidente dell’Associazione Michele Salimi -. L’obiettivo dell’associazione è quella di operare in stretta collaborazione con l’Anci, Federparchi e Uncem, per rafforzare gli scopi e i motivi della nostra costituzione e ottenere i risultati auspicati».
All’assemblea, che sarà aperta dai saluti del sindaci di Camerota Antonio Troccoli e dal presidente del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano Giuseppe Tarallo, è prevista la presenza del presidente dell’Anci Leonardo Domenici, del vice presidente nazionale dell’Uncem Lucio Cangini, del presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte Antonio Perna, dell’assessore all’Ambiente della provincia di Salerno Angelo Paladino, e di Gennaro Mucciolo e Antonio Valiante, rispettivamente vice presidenti del consiglio e della giunta regionale della Campania.