La Ue definisce la sua strategia sul clima per il dopo Kyoto

108

La Commissione europea ha delineato la strategia da attuare per il dopo Kyoto.
I punti principali di questa strategia sono i seguenti:

– La partecipazione internazionale di tutti i Paesi (sviluppati ed in via di sviluppo) alla riduzione delle emissioni di gas serra con una suddivisione degli impegni basata sul principio della responsabilità comune ma differenziata.

– La riduzione delle emissioni di gas serra estese agli altri settori che attualmente sono al di fuori del Protocollo di Kyoto, come i trasporti marittimi ed aerei, la deforestazione, ecc.

– La promozione della innovazione tecnologica in Europa, una innovazione tesa ad indirizzare e favorire gli investimenti a lungo termine nei settori dell’energia, dei trasporti e delle infrastrutture.

– La utilizzazione opportuna di strumenti economici e di mercato in modo da stimolare la riduzione delle emissioni senza penalizzare l’economia.

– La definizione di politiche per l’adattamento sia nel contesto europeo sia al di fuori dell’Europa, con iniziative che riducano la vulnerabilità (dei sistemi naturali ed umani) ai cambiamenti del clima, aumentandone nel contempo la resilienza.