Lo sfruttamento minerario impazza e inquina

89

A partire dagli anni 60 il governo cinese ha iniziato a mungere il sottosuolo del Tibet per sostenere il proprio sviluppo industriale. Vi erano ingenti quantità di ben 126 minerali, tra cui oro, litio, cromite, rame, borace e ferro, ma i ritmi estrattivi hanno portato ad esaurimento sette tra i quindici minerali considerati indispensabili per […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.