Perché Montreal è importante

103

È la prima volta che una Cop si svolge in nord America e, in particolare, in un anno in cui il rischio di cambiamento climatico è stato il più alto mai accaduto (stagione record degli uragani e dei cicloni tropicali, record del riscaldamento dell’Artico e dello scioglimento dei ghiacci artici, record dell’innalzamento del livello del mare con 3,1 millimetri/anno, record, o secondo anno record, dell’innalzamento della temperatura media mondiale, ecc).
Ma è anche l’anno in cui è entrato in vigore nella UE la direttiva sui permessi di emissione per i Paesi UE e sul «commercio delle emissioni» in ambito UE ed è diventato operativo il registro internazionale delle transazioni dei permessi e dei crediti di emissione acquisibili attraverso progetti di «clean development mechanism»: uno dei meccanismi flessibili previsti dal Protocollo di Kyoto per la cooperazione tra Paesi sviluppati ed in via di sviluppo.
E, infine, è anche l’anno, in cui si è consumata la rottura tra UE e Paesi dell’America-Pacifico (Usa, Canada, Giappone, Australia, Cina e India) su come affrontare il post-Kyoto (dopo il 2012) ed in particolare sulle diverse visioni e strategie: da una parte la UE che avrebbe voluto un accordo multilaterale vincolante finalizzato a ridurre le emissioni in modo da non superare i 2°C di aumento della temperatura media globale e, dall’altra, i Paesi del Pacifico che non vogliono accordi multilaterali vincolanti, obiettivi specifici o tempi di attuazione definiti, ma solo accordi volontari basati su strategie di innovazione tecnologica e di cooperazione tecnico economica finalizzati alla riduzione delle emissioni.
Il fatto che si svolga in Canada, a parte la rilevanza che questo evento potrà avere per il Canada, permetterà agli americani Usa confinanti una maggiore partecipazioni non solo in termini di delegati e rappresentanti, ma anche in termini di organizzazioni scientifiche, non governative, di giovani, di studenti, di giornalisti e più in generale di partecipazione del pubblico americano degli Usa.

Il segretariato Unfccc

Il Segretariato Unfccc, consapevole di tutto ciò ha organizzato per il 17 novembre prossimo a Bonn, un breefing, destinato soprattutto ai giornalisti, in cui darà i chiarimenti sulle due Conferenze e presenterà il volume sulle emissioni di gas serra dei 189 Paesi del mondo che hanno ratificato la Unfccc.