Perché non si devono abbandonare i cani?

387

Non mi soffermerò molto a dire che l’abbandono (di tutti gli animali e non solo del cane) è una pratica illegale, con cui si rischiano multe salate e che, per questo, è assai sconsigliata. No. Io, invece, preferirei sottolineare la gravità di questo barbaro atto, analizzandolo sotto il profilo etico-sociale dell’uomo e sotto quello traumatologico del cane. Sì, perché, se da un lato, dobbiamo considerare chi abbandona come un essere decisamente non-umano, dall’altro, è necessario comprendere fino in fondo quali effetti e conseguenze un atto del genere possa scatenare nell’animo di un cane. Il cane si fida di noi, siamo

il suo unico punto di riferimento, purtroppo, e lui, sicuramente, morirebbe per noi. L’abbandono è un atto che il cane non riesce a spiegarsi, né a capire almeno in parte: da un giorno all’altro il suo padrone non lo vuole più e lui si ritrova solo. Ma perché? Questo il cane proprio non riesce a comprenderlo, per cui, triste ed ignaro, si metterà a vagare per le strade, alla vana ricerca del suo vecchio amico. Con un esito finale che ben conosciamo…