«Pianificazione e sostenibilità. Agenda XXI Locale»

122

di Enrico Costa, edizione Gangemi

Pagine: 0 | Costo ?: 0.00

L’Agenda 21 è un programma di azione delle Nazioni Unite per avviare lo sviluppo sostenibile nel XXI secolo. Secondo quanto espresso nel Brudtland Report (1987), poi ripreso nella Conferenza sull’Ambiente di Rio de Janeiro nel 1992, per sviluppo sostenibile s’intende «lo sviluppo che soddisfa i bisogni della presente generazione senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri».
In Calabria, dopo l’avvio di processi di «Agenda XXI» e la legge urbanistica regionale, non c’è più spazio per piani «di routine» distaccati dagli interessi diffusi sul territorio. Il Dsat da alle stampe, in questo contesto, una pubblicazione specifica dal titolo «Pianificazione e sostenibilità. Agenda XXI Locale» che vuole essere uno strumento di approfondimento sul documento «Agenda XXI» e sulle sue sinergie con la Pianificazione territoriale, urbanistica ed ambientale.
Le tematiche trattate dall’Agenda XXI sono fortemente collegate al contesto urbano e di conseguenza viene dedicata particolare attenzione alle autorità locali preposte al governo del territorio perché considerando che molti problemi globali hanno origini dalle attività locali, essi possono essere più facilmente affrontati applicando il principio di sussidiarietà.
L’intento di questo «Quaderno» è tratteggiare l’efficacia dei processi dell’A21 Locale nelle azioni e nelle politiche urbane e territoriali, evidenziando, le intersezioni entro cui stabilire le linee strategiche, i nessi più operativi con gli strumenti di pianificazione cosiddetti «tradizionali», e l’importanza di tale strumento ai fini dell’organizzazione e del coordinamento del territorio nella difficile equazione tra lo sviluppo (uno sviluppo reale perché sostenibile) ed il progresso (un progresso diffuso, basato sullo sviluppo locale). Purché si tratti di uno sviluppo e di un progresso non esogeni né fini a sé stessi, ma rispettosi tanto delle risorse, quanto delle identità.
Operativamente l’Agenda XXI Locale è scandita da alcune fasi definite a livello internazionale da parte del Consiglio Internazionale per le iniziative Ambientali Locali (Iclei), che ha elaborato il concetto stesso di Agenda 21.
Il Volume contiene un’introduzione del Vice-Ministro per l’ambiente, On. Francesco Nucara, una presentazione del Direttore della Catedra Unesco sulla sostenibilità (Barcelona), Enric Carrera Gallissa e una postfazione del noto filosofo dell’ambiente Wolfgang Sachs.
A Tecnici, operatori, studiosi e studenti che vogliono indagare ed approfondire i temi dell’A21 Locale e quelli ad essa più strettamente correlati, il «Quaderno» raccoglie contributi, saggi e materiali di grande utilità che permettono di avere una panoramica disciplinare aggiornata.

Giovanni Panza

(01 Gennaio 2005)