Rifiuti urbani e sviluppo locale

164
foto di V. Stano
foto di V. Stano

di Elisa Bignante, Katia Bouc e Simona Guida, edizione

Pagine: 0 | Costo ?: 0.00

Lo sviluppo locale, la cooperazione decentrata e la gestione dei rifiuti urbani sono tre ambiti di studio e di riflessione, nonché di attuazione e sperimentazione di pratiche e di politiche, che negli ultimi anni hanno visto crescere il proprio peso sia in termini di rilevanza sociale che di riflessione teorica e metodologica e di ricerca di nuovi approcci operativi.
Al crocevia di questi campi tematici si colloca la recente pubblicazione «Rifiuti urbani e sviluppo locale», a cura di Elisa Bignante, Katia Bouc e Simona Guida con la supervisione scientifica del prof. Egidio Dansero dell’Università di Torino.
L’idea nasce a partire dal progetto di cooperazione decentrata «Da rifiuto a risorsa» che, avviato nel 2001 dalla Città di Torino, coinvolge amministrazioni, associazioni, Ong, scuole e Università in Italia, Senegal e Burkina Faso con l’obiettivo di affrontare la complessa questione della gestione dei rifiuti urbani.
La problematica dei rifiuti viene affrontata nel testo intrecciando diversi tipi di saperi: quello «tecnico» dei cooperanti, quello «pratico» delle popolazioni locali che vivono quotidianamente il territorio e quello «scientifico» del mondo accademico. Il volume raccoglie, infatti, in un’ottica di sviluppo locale i contributi di cooperanti e volontari di Ong italiane che operano in Senegal e Burkina Faso, che conoscono «Da rifiuto a risorsa» e le sue declinazioni operative più da vicino, e le riflessioni di esponenti del mondo universitario italiano, senegalese e burkinabé che affrontano la problematica della gestione dei rifiuti urbani nei rispettivi paesi.
Il percorso seguito si sviluppa su due assi: il primo propone una riflessione più generale sui significati e sui ruoli della cooperazione decentrata, sulle teorie e prassi dello sviluppo locale al Nord e al Sud del mondo e sulla gestione dei rifiuti in ambito urbano in Senegal, Burkina Faso e Italia. Il secondo asse esamina obiettivi, contenuti, approcci operativi e riflessioni sul progetto di cooperazione decentrata «Da rifiuto a risorsa».
Il tentativo è di trattare questi temi in maniera integrata, evidenziando le interrelazioni tra i diversi campi, confrontando le ecologie e le politiche urbane attuate nei contesti analizzati ed esplorando il coinvolgimento dei cittadini nella gestione dei rifiuti urbani e nella loro possibile trasformazione in risorse per lo sviluppo. In questo senso il progetto «Da rifiuto a risorsa» diventa il campo di confronto sul quale esaminare come far dialogare cooperazione decentrata e sviluppo locale nel trattare una tematica delicata come quella della gestione dei rifiuti urbani.
E’ un’iniziativa realizzata all’interno del progetto «Da rifiuto a risorsa», finanziato da Città di Torino, Regione Piemonte e Città di Chieri, in collaborazione con le Ong Cisv, Mais, Lvia di Torino.
E’ possibile ordinare il libro presso il Cisv di Torino (tel. 0112625526, cisvcoop@libero.it).
Il libro è in distribuzione gratuita salvo il pagamento delle spese di spedizione.

(Fonte El Barrio)