Trent’anni dopo, ancora in difesa della Val di Farma

29

Trent'anni fa, correva l'anno 1976, un piccolo gruppo di ambientalisti si schierava compatto, sotto l'egida del Wwf, in difesa della quasi sconosciuta Val di Farma, una delle aree naturali più intatte e suggestive della Toscana e dell'Italia Centrale, all'epoca minacciata dall'immancabile progetto di grande opera, una diga con annesso bacino artificiale. A lanciare l'allarme da […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.