Tutti coinvolti

102

Da qui l’urgenza di intervenire presto e drasticamente. Quella che l’Australia si appresta ad intraprendere con il Green paper è la più grande riforma economica dell’ultima generazione. Le nuovo misure anti-gas serra dovrebbero abbattere il livello delle emissioni del 60% entro il 2050 rispetto ai valori del 2000. Il complesso sistema per lo scambio delle emissioni coinvolge le aziende più inquinanti, il sistema dei trasporti e dal 2015 coinvolgerà anche l’agricoltura, che in Australia è uno dei settori commerciali di punta ed è responsabile del 15,6% delle emissioni. Alle compagnie più esposte alla concorrenza dei mercati internazionali sarà garantito un 30% dei permessi di emissione, ma superato il tetto dovranno acquistarne altri sul mercato.
Il taglio non sarà indolore anche per i cittadini: la bolletta elettrica potrebbe aumentare del 16% e quella del gas del 9%. Ma il Governo ha intenzione di bilanciare lo sforzo compiuto dai cittadini garantendo la riduzione delle accise sulla benzina, aumentando le pensioni di anzianità fino a coprire le spese aggiuntive, aiutando le famiglie a basso reddito e assicurando vantaggi fiscali a quelle di medio-reddito. Gli introiti derivanti dalla commercializzazione dei permessi andranno in buona parte per aiutare le spese delle famiglie.
Gli australiani sono pronti a qualche sacrificio in più pur di mettere in campo misure di contrasto ai cambiamenti climatici. Più dell’80% cento della popolazione (come è emerso da un sondaggio di qualche giorno fa) si dichiara favorevole al piano di riduzione delle emissioni del 2010 e vorrebbe che diventasse operativo anche prima di quella data. Sotto gli occhi di tutti il problema della siccità, dell’avanzare della desertificazione, senza dimenticare la devastante sequenza di incendi che ha colpito lo stato meridionale del Victoria all’inizio di quest’anno. E senza dimenticare che buona parte del cambiamento politico votato dagli australiani lo scorso anno è venuto proprio dalla richiesta di prendere sul serio le politiche ambientali.