Un sistema di corruzione

82

Sergio Baffoni, responsabile foreste di Greenpeace Italia, denuncia che gli sfruttatori riescono ad operare indisturbati in zone in cui il sistema delle mazzette è l'unica norma vigente. Talvolta il tessuto normativo è così debole che si crea una rete occulta ma estremamente efficace, tanto da estendersi al traffico d'armi. Corrompendo ed intrallazzando si possono ottenere […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.