La strategia dei deboli

96

La «lettera» di questa Dissertazione non deve trarre in inganno, Nietzsche parla prevalentemente del comportamento dell'«asceta», e (ancor più) del «prete» in quanto asceta. Ma allude più palesemente ad una situazione umana più generale: quella appunto della strategia dei deboli; e a una problematica di più ampio respiro: il «senso» dell'«ascesi», e perché l'ascesi ha […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.