Il testo della lettera

287

Egregio Presidente, siamo i tecnici e ricercatori precari che da 25 giorni stazionano permanentemente sul tetto dell'Istituto Protezione e Ricerca Ambientale (ISPRA), in attesa di un dialogo che non arriva. Stiamo esposti al freddo e alle intemperie ma questo non ci fa male, ciò che ferisce è l'indifferenza. Indifferenza dei nostri vertici, i commissari dell'Ente, […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.