Una buona giornata per i joule

1148
fantascienza

Ergo si svegliò sbattendo quasi convulsamente le palpebre. Ormai per lui era un'abitudine acquisita, simile a un tic nervoso che in altri tempi sarebbe apparso strano. Era ancora primo mattino, […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.