Ecologicamente (s)corrette, scherzando su cose serie

100

Un dialogo tra le attrici che discutono di ambiente, di ecologico, s’interrogano sulla propria quotidianità in rapporto col tema della biodiversità e dell’esistenza eco-consapevole e cercano spiegazioni

Sabato 23 ottobre l’appuntamento è con Ecologicamente (s)corrette, Lezioni di ecologia domestica. Un titolo simpatico, sarcastico ma soprattutto esplicativo del significato del progetto portato avanti a Torino dal Circolo dei Lettori.

Ecologicamente (s)corrette è quel che si definisce un ibrido, uno spettacolo che si sviscera tra versi, scenette, citazioni scientifiche, danza e musica.

Un dialogo tra le attrici che discutono di ambiente, di ecologico, s’interrogano sulla propria quotidianità in rapporto col tema della biodiversità e dell’esistenza eco-consapevole e cercano spiegazioni. Oggi, nell’epoca della modernità, della tecnologia avanzata e della nota globalizzazione, spesso ci si ferma a parlare di queste tematiche. Sembrerebbe quasi che si viva in un momento nel quale ci si sente investiti di un compito preciso: salvare il pianeta.

La vocazione ecologica chiama un po’ tutti e allora si innescano meccanismi comportamentali eco per cui si mangia biologico, si acquistano prodotti verdi, ci si trucca e lava di conseguenza. A scuola si cerca di insegnare il rispetto per l’ambiente e la raccolta differenziata diventa un credo.

Luisella Tamietto e Adriana Zamboni, le due attrici protagoniste, portano sul palco scenette interattive che parlano di tutto questo. È previsto il coinvolgimento del pubblico con l’obiettivo di affrontare tematiche seriamente imprescindibili con un tono volutamente scherzoso ma non banale. Il fine infatti non è il ridimensionare l’importanza di simili tematiche ma modificare l’approccio alle stesse.