«Energy School», per educare alla sostenibilità energetica

157
classe scuola aula banchi

La campagna parte dal Teatro Stabile di Potenza, il 15 e 16 dicembre alle ore 10, con lo spettacolo «Le insostenibili leggerezze di Ciccio», di e con Davide Gorla e la regia di Andrea Bellati

Modificare le nostre abitudini e i nostri consumi non è semplice, ma se vogliamo garantire la sostenibilità dell’ambiente e il futuro delle prossime generazioni abbiamo la necessità di ridurre i nostri consumi, di cambiare lo stile e il modo di affrontare la nostra vita quotidiana. Un sfida non semplice che può essere affrontata investendo, direttamente e attraverso l’educazione alla sostenibilità, sulle nuove generazioni.

Per tali ragioni la Società Energetica Lucana, in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei, ripropone «Energy School», la campagna di educazione alla sostenibilità energetica e ambientale con l’obbiettivo di valorizzare la funzione della scuola per rafforzare la sensibilità delle persone e delle famiglie sui temi della nuova coscienza civile e della nuova cultura della sostenibilità energetica e ambientale.

La campagna riprenderà al Teatro Stabile di Potenza, il 15 e 16 dicembre alle ore 10, con lo spettacolo «Le insostenibili leggerezze di Ciccio», di e con Davide Gorla e la regia di Andrea Bellati. Protagonista dello spettacolo è Ciccio, un ragazzino sregolato, viziato, maleducato, che non si cura delle conseguenze delle sue azioni. È dedito al consumismo più ingordo ma un giorno… Riuscirà Ciccio a cambiare le sue abitudini o sarà ormai troppo tardi?

Durante le due giornate saranno coinvolti oltre 400 ragazzi delle scuole elementari dei Comuni di Avigliano, Bella, Tolve, Campomaggiore, Albano e Tito.

La campagna proseguirà nei prossimi mesi e coinvolgerà le scuole elementari, medie e superiori dell’interro territorio regionale. Per partecipare alla campagna «Energy School» le scuole possono richiedere informazioni direttamente a info@selspa.it, oppure visitare il sito www.societaenergeticalucana.it.