Il fuoco della Natura

245

Una mostra «multimediale» nel salone degli Incanti dell’ex Peschiera triestina dove saranno proposte al pubblico le opere di 82 artisti contemporanei provenienti da 18 Paesi diversi

Il nome mi fa già rimpiangere il fatto di essere troppo lontana da Trieste per poter vedere questa mostra. «Il fuoco della Natura», si chiama così l’esposizione che si inaugura domenica 12 febbraio nel salone degli Incanti dell’ex Peschiera triestina (riva Nazario Sauro, 1). Per l’occasione, saranno proposte al pubblico le opere di 82 artisti contemporanei provenienti da 18 Paesi diversi (Australia, Cile, Cuba, Germania, Giappone Gran Bretagna, Israele, Italia, Macedonia, Messico, Paesi Bassi, Polonia, Russia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera).

Dipinti, fotografie, sculture, video e installazioni: le tecniche artistiche proposte sono le più disparate, ma il tema ricorrente è la forza degli elementi naturali, immortalati in un momento di grande instabilità degli ecosistemi a causa dei cambiamenti climatici. I visitatori potranno ammirare paesaggi di ogni genere, dalle foreste pluviali dell’America Latina ai mari artici, dal bush australiano al deserto della California, dalle Dolomiti al Monte Fuji.
In molte delle opere, la natura è ritratta in momenti di lotta, di adattamento al cambiamento e di rinascita dopo un trauma profondo. È il caso, ad esempio, della foresta alpina che riconquista il territorio che le era stato strappato in occasione delle Olimpiadi invernali di Cortina del 1956, o della giungla che si appropria di alcune rovine architettoniche postatomiche.

Le opere esposte, di grande formato, provengono da importanti collezioni private, gallerie d’arte e, in alcuni casi, direttamente dallo studio degli artisti. Il percorso espositivo comprende anche lavori realizzati da alcuni maestri della Pop Art, come Robert Rauschenberg, James Rosenquist e Jim Dine, oltre ad opere di Adams, Fontana e Giacomelli.

La mostra sarà visitabile fino al 9 aprile 2012.
Ingresso: intero 6,00 ?; ridotto 4,00 ?; gratuito fino a 14 anni.

Orari: da lunedì a venerdì: 11-13 / 16-20
sabato, domenica e festivi: 10-20

Altre informazioni qui.

(Dal Blog di Silvana Santo)