L’impatto delle attività umane sull’ambiente marino costiero

130
rifiuti 59 PCatino
foto di Pina Catino

Diverse fonti concordano sul fatto che la plastica rappresenta la frazione merceologica preponderante dei rifiuti rinvenuti in mare (dal 60 all'80% del totale, con punte del 90-95% in alcune regioni, secondo l'Unep (l'Agenzia per l'Ambiente dell'Onu), una presenza particolarmente dannosa per diverse specie animali come cetacei, tartarughe, pesci, uccelli marini, etc. L'aumento della popolazione, ed […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.