Scadenze ambientali – Ottobre 2014

173

Le principali scadenze ambientali segnalate dal calendario di Ottobre 2014 sono relative a:

ACQUE

Acque di vegetazione
Riferimenti normativi
Dm 6 luglio 2005 – Criteri e norme tecniche generali per la disciplina regionale dell’utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e degli scarichi dei frantoi oleari, di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 11 maggio 1999, n. 152 (G.U. del 19 luglio 2006 n. 166).
Adempimento
Entro il 31 ottobre 2014 le autorità competenti che ricevono le comunicazioni preventive di uso agronomico delle acque di vegetazione devono trasmettere alla Regione di competenza un estratto su base informatica di ogni comunicazione unitamente ad una relazione e le informazioni acquisite in ordine a stoccaggio e trasporto dei reflui.
(scadenza annuale)

ENERGIA

Combustibili per autotrazione
Riferimenti normativi
Dm 3 febbraio 2005 – Istituzione del sistema nazionale di monitoraggio della qualità dei combustibili per autotrazione (G.U. del 25 marzo 2005 n. 70).
Adempimento
Entro il 30 ottobre 2014 i gestori dei depositi fiscali che importano combustibili e i gestori degli impianti di produzione devono inviare all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) i dati sulle caratteristiche della benzina e del diesel per ciascun tipo e grado di combustibile prodotto o importato e destinato ad essere commercializzato.
(scadenza trimestrale)

Adempimento
Entro il 17 ottobre 2014 gli uffici territoriali dell’Agenzia delle dogane devono comunicare all’Ispra gli accertamenti effettuati nei tre mesi precedenti ai sensi della normativa sulle caratteristiche dei combustibili.
(scadenza trimestrale)

Adempimento
Entro il 31 ottobre 2014 le Agenzia delle dogane devono inviare al Comitato di coordinamento delle attività di monitoraggio dei combustibili la lista degli impianti di distribuzione riforniti.
(scadenza annuale)

RIFIUTI

Discariche
Riferimenti normativi
Legge 28 dicembre 1995, n. 549 – Misure di razionalizzazione della finanza pubblica (G.U. del 29 dicembre 1995 n. 302 – Supplemento Ordinario n. 153).
Adempimento
Entro il 31 ottobre 2014 i gestori di discariche o di impianti di incenerimento senza recupero energetico devono versare alla Regione il tributo speciale per il deposito in discarica di rifiuti solidi intervenuto dal 1° luglio al 30 settembre 2014. Le modalità di versamento sono rimesse alla disciplina regionale.
(scadenza trimestrale)

RUMORE

Aeroporti
Riferimenti normativi
Dpr 11 dicembre 1997, n. 496 – Regolamento recante norme per la riduzione dell’inquinamento acustico prodotto dagli aeromobili civili (G.U. del 26 gennaio 1998 n. 20).
Adempimento
Entro il 31 ottobre 2014 le Regioni devono trasmettere al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (Mattm) e al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Mit) una relazione sul monitoraggio del rumore aeroportuale notturno (dalle ore 23 alle 6) effettuato nel mese di settembre.
(scadenza mensile)

SOSTANZE PERICOLOSE

Apparecchiature elettriche ed elettroniche (Aee)
Riferimenti normativi
Dlgs 14 marzo 2014, n. 49 – Attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) (G.U. del 28 marzo 2014 n. 73 – Supplemento Ordinario n. 30).
Adempimento
A partire dal 9 ottobre 2014 i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche devono apporre sulle Apparecchiature elettriche ed elettroniche (Aee) immesse in commercio il «nuovo» marchio identificativo del produttore e il «nuovo» simbolo per la raccolta separata.
(scadenza unica)

Ozono
Riferimenti normativi
Dlgs 13 agosto 2010, n. 155 – Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa (G.U. del 15 settembre 2010 n. 216 – Supplemento ordinario n. 217).
Adempimento
Entro il 6 ottobre 2014 le Regioni devono trasmettere all’Ispra la comunicazione riepilogativa dei dati estivi di ozono.
(scadenza annuale)

Adempimento
Entro il 10 ottobre 2014 le Regioni devono trasmettere all’Ispra, per ogni giorno del mese di settembre in cui si sono rilevati superamenti delle soglie di informazione e di allarme stabilite dal D.lgs 155/2010 relativo all’ozono nell’aria, le informazioni, formulate in via provvisoria, concernenti la data, la durata dell’episodio in ore, il valore o i valori massimi registrati in un’ora.
(scadenza mensile nel periodo aprile-settembre)