Aedifico ergo sum

301
Casero1

L'Architettura è realmente sostenibile? Negando all'uomo la possibilità di godere di uno spazio nel quale riconoscersi lo si condanna inevitabilmente a costanti forzature e aggiustamenti che provocano estraneazioni necessarie alla sopravvivenza, quando non addirittura rotture insanabili ben lungi dal divenire espressione di autonomia   Assisto con grande curiosità all'ormai quotidiano progresso tecnologico che sospinge e […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.