Standard di Gestione forestale, consultazione pubblica

    282

    La piattaforma di consultazione è suddivisa in 9 sezioni, una per ciascuno dei Principi e Criteri Fsc, escluso il Principio 3 che non risulta valido per l’Italia: in base alla definizione ufficiale formulata dalle Nazioni Unite, infatti, non esistono in Italia popolazioni indigene

    Una consultazione pubblica per la gestione forestale responsabile. Una consultazione pubblica, un processo che permette la ricerca attiva delle opinioni di gruppi interessati con l’obiettivo di raccogliere informazioni per migliorare la qualità delle decisioni prima che queste siano formalmente assunte, online sulla prima bozza dello standard nazionale e questo fino al 30 gennaio.
    Perché nello sviluppo di uno Standard di Gestione Forestale (Fsc) è essenziale riuscire ad includere le impressioni, i dubbi, le opinioni e gli elementi di discussione degli stakeholder, che altro non sono che l’insieme delle parti potenzialmente interessate al settore forestale e alla certificazione Fsc di gestione forestale in Italia.
    Ma come funziona la piattaforma di consultazione online?
    Bene, la piattaforma di consultazione è suddivisa in 9 sezioni, una per ciascuno dei Principi e Criteri Fsc, escluso il Principio 3 che non risulta valido per l’Italia: in base alla definizione ufficiale formulata dalle Nazioni Unite, infatti, non esistono in Italia popolazioni indigene.
    Per ogni sezione si riporta:
    – il Principio;
    – i Criteri;
    – gli Indicatori (che sono stati adattati, adottati, aggiunti) sulla base degli Indicatori Generici Internazionali (Igis);
    – i Verificatori, se includono l’introduzione di soglie specifiche e di condizioni particolari per le Small and Low Intensity Managed Forests (Slimf), ovvero per i piccoli proprietari o per le foreste a bassa intensità di prelievo;
    – gli Allegati.
    All’interno di ogni sezione è possibile commentare gli indicatori, i verificatori e gli allegati. I Principi e Criteri invece sono dati da Fsc Internazionale e sono validi in tutto il mondo.
    Esistono due modalità di consultazione:
    – per Principio (selezionando il/i Principio/i di proprio interesse);
    – per area tematica, ovvero analizzando solo i Principi inerenti all’ambito sociale, economico e ambientale.
    In definitiva, aspetti ambientali, economici e sociali che armonizzati devono permettere una difesa reale delle foreste e un rispetto per quello che le stesse rappresentano, un polmone verde del quale l’uomo non può fare a meno.
    Per avviare la consultazione on line.