«Amici del Creato», giovani per un futuro sostenibile

    188

    La nuova associazione sarà presentata presso la tenuta Presidenziale di Castel Porziano a Roma dalla Fondazione Sorella Natura

    Parteciperanno anche scolari e studenti provenienti da tutt’Italia all’evento dedicato alla presentazione dell’Associazione internazionale di volontariato ambientale e Guardie volontarie Amici del Creato che si terrà presso la tenuta Presidenziale di Castel Porziano a Roma, alla presenza delle autorità, giovedì 6 ottobre 2016 alle 10,30.

    Fondazione Sorella Natura presenterà il progetto, aperto a tutti, ma soprattutto a i giovani ed ai loro educatori, famiglie e scuole, a operare con un concreto impegno di custodia dell’ambiente dove ciascuno opera.

    «Nell’attuale società dei consumi – spiega il Vice Presidente della Fondazione Sorella Natura Antonio Fago – i giovani rappresentano una fascia della popolazione importante e le abitudini che sviluppano oggi influiranno in maniera decisiva sui modelli di consumo e gestione delle risorse di domani. I giovani possono quindi svolgere un ruolo chiave nel processo di cambiamento in linea con i principi dello sviluppo sostenibile della nostra Fondazione».

    Dopo il saluto del rappresentante del Presidente della Repubblica, sarà Umberto Laurenti, Segretario generale della Fondazione Sorella Natura a presentare gli interventi di Carlo Deodato, Consigliere di Stato e Socio Benemerito della Fondazione, e di Franco Cotana, prof. Ordinario dell’Università di Perugia nonché Presidente del Comitato Scientifico.
    Roberto Leoni, Presidente della stessa Fondazione, chiuderà gli interventi.

    «Chi dovrà occuparsi di salvaguardare il mondo in futuro – continua Fago, vicepresidente FSR – non solo dovrà comprendere pienamente quali siano le vere azioni per farlo ma potrà dedicare parte del proprio tempo, proprio come fece San Francesco, Santo di questo 4 Ottobre, e di cui lo stesso Papa oggi (ieri per chi legge, N.d.R.) ha ricordato la memoria recandosi all’incontro con i terremotati di Amatrice».

    «Come San Francesco amò la natura, anche i giovani potranno impegnarsi per l’ambiente tanto da dirsi pronti, per il futuro, ad adottare uno stile di vita più sostenibile e sicuro attraverso i corsi che stiamo organizzando e creando una struttura di valori positivi. Daremo ai giovani la possibilità di aderire e di partecipare volontariamente per una cultura del verde e dell’ecologia».

    Come chiusura della giornata per l’ambiente il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, gen. c.a. Tullio Del Sette, con i rappresentanti Miur, ministero Ambiente TT e del Mare, Anci, Uncem, pianterà l’albero di noce simbolo della «saggia ecologia». Iniziative che verrà riproposta, questo è l’auspicio di Fondazione Sorella Natura, in ogni comune d’Italia.