A Bari la suola internazionale di cristallografia

    482
    cristallografia

    Ha lo scopo di fornire una panoramica sulla caratterizzazione dei materiali policristallini attraverso la diffrazione delle polveri ai raggi X. La scuola si rivolge principalmente a dottorandi e giovani ricercatori che lavorano nel campo della scienza dei materiali, chimica, fisica, scienze della vita, scienze della terra, patrimonio culturale e ingegneria. Domande entro il 20 maggio

    Riparte la Scuola internazionale di cristallografia dell’Associazione cristallografica italiana (Aic) (Aics2018) intitolata «Diffrazione delle polveri: Teoria, Software e Applicazioni», organizzata dalla Commissione Aic sull’Insegnamento Cristallografico in collaborazione con i gruppi di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e l’Università di Bari.

    La scuola si terrà a Bari presso il Dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali dell’Università degli studi di Bari dal 29 agosto al 2 settembre 2018.

    La scuola Aics2018 ha lo scopo di fornire una panoramica sulla caratterizzazione dei materiali policristallini attraverso la diffrazione delle polveri ai raggi X. Gli argomenti della scuola spaziano dai principi fondamentali della diffrazione delle polveri ai metodi avanzati di raccolta e analisi dei dati con esempi di applicazioni di interesse scientifico e industriale.

    La teoria sarà strettamente seguita da sessioni pratiche incentrate sull’utilizzo di software e questo per consentire ai partecipanti di familiarizzare con alcuni programmi ampiamente utilizzati per l’analisi dei dati e l’interpretazione dei risultati. La scuola si rivolge principalmente a dottorandi e giovani ricercatori che lavorano nel campo della scienza dei materiali, chimica, fisica, scienze della vita, scienze della terra, patrimonio culturale e ingegneria.

    È prevista l’erogazione di borse di studio disponibili per coprire, parzialmente o totalmente la quota di iscrizione. La scadenza per la domanda di borsa è il 20 maggio 2018, mentre la registrazione si chiuderà il 15 giugno 2018.

    In definitiva una scuola che ha come obiettivo quello di fornire una panoramica sulla caratterizzazione dei materiali policristallini, argomento che, negli ultimi venticinque anni, ha visto susseguirsi progressi nel campo della diffrazione in polvere dei raggi X di laboratorio, nonché nei metodi teorici e computazionali che hanno notevolmente promosso lo sviluppo della diffrazione delle polveri attualmente adottati in diversi campi scientifici e tecnologici.

    (Dal sito Aic)