Il Po scarica in mare 5.021 t di plastica l’anno

440
keepCleanAndRun_PH-Stefano-Jeantet-7081
Fra Carignano (TO) e Casale Monferrato (AL), foto di Stefano Jeantet

Sono più di 11.000 i frammenti in plastica, di piccole dimensioni, 5 mm e 11 mg di peso, che il Po trascina in mare ogni secondo

Ci sono ormai diversi studi che dimostrano come molta della plastica presente nei mari provenga dall’entroterra, trasportata dai fiumi.

Secondo lo studio «Un Po di plastica», condotto grazie all’evento sportivo e di sensibilizzazione ambientale «Keep Clean and Run», ogni secondo il Po riversa in mare 11.107 frammenti di plastica di dimensione media intorno ai 5 mm e dal peso medio di 11 mg, questo quanto emerge dal report realizzato da Aica (Associazione internazionale per la comunicazione ambientale) in collaborazione con Erica Soc. Coop. e European Research Institute (Eri).

In occasione dell’iniziativa «Il Po d’amare» promossa da Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Corepla e Castalia, sono stati raccolti 92 kg di plastica in 4 mesi, frammenti di grosse dimensioni (macroplastica).

Attraverso i 6 campionamenti di acqua del Po, invece, è stato possibile determinare la quantità e la qualità delle microplastiche presenti nell’acqua del più importante fiume italiano, che trascina in media 13,76 tonnellate di microplastiche ogni giorno, che equivalgono a 5.021 tonnellate ogni anno.

I campioni di plastica analizzati e studiati sono stati 95:

  • 6 di dimensione inferiore a 1 mm
  • 61 di dimensione tra 1 mm e 5 mm
  • 26 di dimensione compresa tra 5 mm e 15 mm.

(Fonte Arpat)