Angola, una bomba ecologica

285

Le condizioni igienico-sanitarie della popolazione angolana sono molto gravi. Con la fine della guerra ed il rientro nei territori di origine dei rifugiati, mancano quasi del tutto qualsiasi tipo di infrastrutture che garantiscano la qualità igenico-sanitaria dell'acqua, per cui c'è il rischio dell'insorgere di nuove epidemie di poliomielite, colera, epatite La nascita e l’evoluzione della […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.