Quando il «rimedio» è peggiore del danno

103

Gli interventi finora realizzati nel Sarnese non hanno, in relazione alle notevoli somme investite, contribuito ad eliminare il pericolo idrogeologico che non era rappresentato dall'acqua che defluiva nei lagni ma dalle colate rapide di fango e detriti; paradossalmente hanno creato nuove situazioni di pericolo ( Ordinario di Geologia, Università di Napoli Federico II ) Gli […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.