È nata la sezione «Giovani» della Società geologica

    172
    geologia rocks

    Lo scopo è di portare un contributo positivo nel miglioramento di alcuni aspetti di una disciplina che interessa gran parte del territorio italiano

    È stata costituita in Italia una Sezione della Società geologica italiana, Sezione Giovani. Lo scopo è di portare un contributo positivo nel miglioramento di alcuni aspetti di una disciplina che interessa gran parte del territorio italiano.
    La presentazione avverrà il 19 novembre a Botticino (BS) alle 14,30 nell’ambito dei lavori del Convegno dedicato al marmo del Botticino organizzato da Fillea Brescia, al Centro Lucia (via Longhetta Botticino -BS-) e sarà presente il prof. Uberto Crescenti, presidente della Società Geologica Italiana.

    La Società Geologica Italiana è la più antica associazione scientifica italiana nel settore delle Scienze della Terra. Fu fondata nel 1881 in occasione della seconda edizione del Congresso mondiale di Geologia, ed eletta Ente morale nel 1885.
    Dopo più di un secolo, nel 2004, il Congresso mondiale di geologia (I.G.C.- Firenze Agosto – 2004) torna in Italia e viene costituita la «Sezione Giovani» della Società Geologica Italiana. Una coincidenza emblematica che sottolinea un appuntamento importante per la comunità scientifica e professionale italiana. La costituzione della Sezione Giovani si pone infatti come un importante testimonianza della voglia di progresso e di attualità della geologia in Italia. Questa nuova iniziativa, che parte da un gruppo di giovani, vuole rappresentare un’occasione di stimolo per le discipline geologiche nel nostro Paese, ricordandone l’importanza per tutta la società.
    La Sezione Giovani nasce in un momento in cui sempre più la “geologia” assume un ruolo primario, anche se troppo spesso sottovalutato, dal punto di vista scientifico e applicativo nello studio e nella risoluzione delle emergenze territoriali (ad esempio dissesti idrogeologici quali alluvioni, frane; eventi sismici, eruzioni vulcaniche, bonifiche), ma anche nella pianificazione ordinaria e, nel contesto europeo e mondiale, nei grandi dibattiti internazionali su cambiamenti climatici e sviluppo sostenibile.

    La Sezione Giovani si rivolge ai geologi con meno di 38 anni e quanti altri per studio, ricerca o professione si occupino di Scienze della Terra e dell’Ambiente Terrestre. L’iscrizione sarà aperta anche agli studenti suddivisi in apposita categoria. La Sezione Giovani vuole offrire occasione di un confronto a livello nazionale che parta proprio coinvolgendo una fascia di persone che molto spesso rimane a margine della discussione su ruolo e progressi della geologia al quale invece dovrebbe partecipare in quanto direttamente interessata.
    La Sezione intende promuovere il dibattito sulle Scienze della Terra e dell’Ambiente Terrestre e la conoscenza e lo studio dei problemi geologici. Inoltre ha tra i suoi obbiettivi la collaborazione con ogni altro ente ed associazione, pubblica e privata, italiana ed estera per il raggiungimento degli scopi sociali che si prefigge, ossia il progresso della Geologia nei suoi aspetti teorici ed applicativi.

    La presentazione avverrà il 19 novembre a Botticino (BS) alle 14,30 nell’ambito dei lavori del Convegno dedicato al marmo del Botticino organizzato da Fillea Brescia, al Centro Lucia (via Longhetta Botticino -BS-) e sarà presente il prof. Uberto Crescenti, presidente della Società Geologica Italiana.
    (Info: www.giovanigeologi.it – David Covoni – david.govoni@giovanigeologi.it)

    (15 Novembre 2004)