Chi smaltisce cosa

    157
    foto di V. Stano
    foto di V. Stano

    Disponibile in rete l’elenco nazionale delle 16.000 imprese iscritte all’albo gestori rifiuti

    Via libera all’operazione trasparenza per oltre 16.000 imprese che gestiscono il ciclo dei rifiuti in Italia. E’infatti disponibile in rete, per la prima volta, l’elenco nazionale delle imprese iscritte all’albo gestori rifiuti.
    L’elenco riporta, per ciascuna impresa, i dati anagrafici, le categorie e classi di iscrizione nonché le tipologie dei rifiuti gestite. La ricerca delle imprese può essere effettuata attraverso la corrispondente ragione sociale, la sezione regionale o provinciale di iscrizione, la categoria, il codice dei rifiuti.
    L’Albo svolge una funzione centrale nel complesso sistema che regola la gestione dei rifiuti. Hanno l’obbligo di iscrizione all’Albo le imprese che effettuano l’attività di raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti da terzi e le imprese che raccolgono e trasportano rifiuti pericolosi (esclusi i trasporti di rifiuti pericolosi che non eccedono la quantità di 30 Kg al giorno o di 30 litri al giorno effettuati dai produttori degli stessi rifiuti).
    Nell’albo rientrano anche le imprese che effettuano l’attività di commercio e intermediazione dei rifiuti, di bonifica dei siti, di bonifica dei beni contenenti amianto, di gestione di impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti di titolarità di terzi e di gestione di impianti mobili di smaltimento e recupero dei rifiuti. Per la raccolta e il trasporto, il commercio e l’intermediazione dei rifiuti, l’iscrizione costituisce autorizzazione all’esercizio delle attività. Per le altre attività, abilita alla gestione di impianti autorizzati.

    Le imprese iscritte all’Albo, riferisce il ministero dell’Ambiente, sono oltre 16.000 e la pubblicazione dell’Albo nazionale, realizzata per la prima volta, «si configura come importante strumento di trasparenza del settore, fattore strategico nel sistema di contabilità e controllo dei rifiuti e punto di riferimento certo per tutti i soggetti coinvolti nel ciclo della gestione dei rifiuti: operatori economici, organi centrali e periferici dello Stato, pubblico nel suo complesso».

    L’elenco delle imprese è consultabile sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio: www.minambiente.it e sul sito www.albogestoririfiuti.it.

    (24 Novembre 2004)