L’energia vitale che «costruisce»

282
L'energia perduta Anno VIII - N. 31 - Settembre 2005

Dobbiamo sempre verificare se le nostre energie e risorse umane siano state utilmente spese per fertilizzare processi vitali creativi o se solo consumate e disperse inutilmente, lasciando degradare direttamente tutto come se già fosse stato raggiunto lo stadio finale mortale «E Dio disse: Sia fatta la luce. E la luce fu fatta. E Dio vide […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.