L’inquinamento elettromagnetico è un «rifiuto» e il danno va risarcito

80

È stata seguita l'impostazione sostenuta dal procuratore generale adottando una interpretazione evolutiva della norma (art. 674 del codice penale) tale da consentire di ricomprendervi anche l'energia, ed in particolare quella elettrica ed elettromagnetica Sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione Con la decisione assunta dalla terza sezione della Corte di Cassazione lo scorso mese […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.