ALDO – Attività, Laboratori, Didattica, Orientamenti

98

Dal 16 al 19 settembre Macerata diventa un centro propulsivo dello sviluppo dei musei, che studia e si confronta con grandi realtà educative e museali.
Il Comune di Macerata, con la partecipazione del Sistema Museale della Provincia ed il supporto del Centro Servizi Amministrativi e dell’Istituto Comprensivo “E. Mestica”, organizza la seconda edizione del Salone della didattica museale “ALDO – Attività, Laboratori, Didattica, Orientamenti”.
Un salone aperto a tutti e da tutti condiviso, al servizio del territorio e del mondo scolastico, un luogo di incontro e di dibattito, in campo nazionale, sul rapporto tra musei e scuole come luoghi sinergici della formazione, dell’educazione e della divulgazione della pedagogia dell’arte.
L’iniziativa avviata dall’Amministrazione Comunale nel 2003 ha riscosso, nello scorso ottobre, un notevole successo di pubblico e di partecipazione attenta da parte di Università, associazioni nazionali quali FAI e Archeoclub, musei regionali e nazionali.
La seconda edizione del Salone della didattica museale ha puntato a consolidare le occasioni di crescita del rapporto tra musei e docenti, inserendo nel programma – quest’anno ancora più corposo – un seminario di aggiornamento per insegnanti, e dedicando il convegno conclusivo, curato e coordinato dalla prof.ssa Paola Ballesi, docente di Estetica dell’Accademia di Belle Arti di Brera, al ruolo dell’insegnamento dell’arte nel processo di apprendimento.
È stato poi pensato uno specifico workshop, in cui gli insegnanti potranno dibattere direttamente con i responsabili dei servizi educativi di vari musei regionali e “costruire insieme” percorsi e lezioni utili ad accrescere e migliorare la programmazione scolastica.
Alle istituzioni museali saranno invece dedicati una tavola rotonda operativa sulle prospettive di sviluppo della didattica nei musei marchigiani ed una tavola rotonda di studio in cui rappresentanti di musei d’arte contemporanea tra i più all’avanguardia in Italia (Pecci di Prato, GNAM di Roma, Rivoli di Torino) affronteranno le tematiche dello sviluppo didattico dell’arte contemporanea con il coordinamento della prof.ssa Eleonora Bairati, docente di Museologia dell’Ateneo maceratese.
Infine le mostre didattiche, ospitate nei suggestivi spazi degli Antichi Forni e visitabili nei giorni 16, 17, 18 e 19 settembre dalle 10 alle13 e dalle 16 alle 19.
La scelta di proporre approfondimenti tematici sull’arte contemporanea nasce dal profondo legame tra Macerata e l’arte del Novecento, che qui ha visto crescere numerosi esponenti delle avanguardie.
In attesa del completamento del nuovo museo di Palazzo Buonaccorsi, laddove mettere in pratica quella valorizzazione e quell’offerta didattica ulteriore, Aldo ha trovato l’adesione di tante istituzioni educative della città, dall’Accademia di Belle Arti – sede della tavola rotonda di studio museale – all’Università, dalla Biblioteca Statale – sede del corso di aggiornamento per insegnanti – fino al Centro Servizi Amministrativi e all’Istituto Comprensivo Mestica.