Chimica e Salute

133

La presenza massiccia di sostanze chimiche, trasportate nelle regioni artiche da vento e correnti marine influisce negativamente su sistemi immunitario e ormonale della fauna, sui loro livelli di vitamina A e sullo spessore delle ossa.

Sistema ormonale

Presiede al controllo di quasi tutte le funzioni dell’organismo: stimolo della fame e della sete, fertilità, impulsi sessuali, crescita, capacità di reazione alle condizioni ambientali, metabolismo ecc.

È dimostrato che alcuni agenti chimici possano alterare il sistema ormonale e più specificamente:
? influiscono negativamente sulla produzione di ormoni,
? impediscono il trasporto dell’ormone o lo inibiscono,
? eliminano l’ormone naturale o ne riducono la quantità,
? mimano o interferiscono con gli ormoni naturali causando effetti «sregolatori».

Sistema immunitario

La sua alterazione provoca una minore resistenza alle malattie, aumento di livelli virali, incremento del tasso di trasmissione di malattie. È provato che gli organoclorurati agiscano negativamente sui comparti cellulari e del sistema immunitario. Tre sono le categorie di inquinanti organici, tossici per il sistema immunitario: policloro bifenili (Pcb), policloro dibenzodiossani (Pcdd) e policloro dibenzofurani (Pcdf).

Vitamina A

Micronutriente indispensabile per quasi tutti i tessuti dell’organismo.
Presiede a funzioni quali crescita e sviluppo; è essenziale per la vista, la riproduzione, la differenziazione delle cellule e il sistema immunitario.
Metalli come il cadmio e sostanze chimiche come diossine e Pcb influiscono negativamente sui livelli di vitamina A, alterandone la fisiologia.

Calcio

Una scarsa quantità di questo minerale provoca deformità scheletriche e diminuzione dello spessore osseo (il che si traduce nell’incapacità di sopportare il peso). L’esposizione ad agenti chimici può alterare il livello di alcuni ormoni (estrogeni e testosterone) da cui dipende lo stato di salute delle ossa.

Effetti sulla salute delle specie artiche

Specie…………………………………………….Effetti

Orsi polari……………………………….Alterazione del sistema immunitario, ormonale e della vitamina A; riduzione dello spessore delle ossa.

Foche e leoni marini……… Deformità scheletriche, problemi riproduttivi, malattie della pelle, tossicità per il sistema immunitario, cancro e cambiamenti nei livelli degli ormoni tiroidei e della vitamina A.

Beluga……………………………………………… Infezioni parassitarie, altre malattie infettive, cancro (in particolare cancro intestinale), lesioni indicanti problemi riproduttivi ed immunitari.

Uccelli………………………………………… Effetti sulla riproduzione, sul comportamento, sulle funzioni immunitarie e sullo sviluppo; riduzione delle cure parentali durante l’incubazione delle uova e alterazioni del piumaggio.

(Fonte Wwf)