Il dettaglio delle previsioni

112

Le previsioni britanniche (maggio-settembre 2005)

Secondo il Servizio meteorologico britannico le temperature medie nei prossimi tre mesi (maggio, giugno e luglio) potrebbero essere al di sopra della media nell’estremo nord Europa ed in particolare nella parte più settentrionale della Scandinavia e della Russia, ma potrebbero essere al di sopra della media anche nella parte più orientale dell’area mediterranea. Viceversa nell’Europa balcanica e nella parte occidentale del Mediterraneo le temperature potrebbero essere inferiori alla media del periodo.
In Italia le temperature potrebbero essere nella media o leggermente al di sotto della media. Tuttavia col procedere dell’estate e all’inizio autunno (luglio agosto e settembre) la situazione sul Mediterraneo occidentale ed in Italia rientra nella norma ed anzi vi è una tendenza a temperature al di sopra della media sul finire dell’estate ed all’inizio dell’autunno. Nel nord Europa, invece, la situazione permane più calda del normale fino all’inizio dell’autunno.
Da rilevare che sia l’Atlantico centro settentrionale, sia i mari polari artici, ad saranno particolarmente caldi soprattutto sul finire dell’estate. Prosegue, quindi, il riscaldamento accelerato di tutta la zona polare artica, già molto evidente soprattutto in questi ultimi anni. Per quanto riguarda le precipitazioni le previsioni (sperimentali) del Servizio Meteorologico britannico dicono che nei prossimi tre mesi (maggio, giugno e luglio), sia la parte più estrema del nord Europa, sia la penisola iberica potrebbero andare incontro a situazioni di siccità mentre l’Europa centrale potrebbe subire situazioni di piovosità accentuata.
Tuttavia queste condizioni cambieranno man mano che procede l’estate e si va verso l’autunno (settembre). La situazione di possibile siccità, infatti, si estenderà dalla penisola iberica a tutta l’area mediterranea (Italia compresa), mentre la situazione di maggiori precipitazioni si estenderà dall’Europa nord orientale fino all’Europa nord occidentale
Maggiori informazioni si possono attingere nel sito web.

Le previsioni americane sull’Europa (maggio-ottobre 2005)

Secondo l’Iri (International Research Institute for climate prediction), le temperature medie dei prossimi tre mesi potrebbero essere al di sopra della norma per gran parte dell’Europa settentrionale ed orientale. Mentre potrebbero essere al di sotto della norma per l’area mediterranea centro occidentale. Poi, nel prosieguo dell’estate e fino all’inizio autunno, le temperature dovrebbero rientrare nella normalità stagionale per l’area mediterranea, ma non per il nord Europa ed in particolare per la penisola scandinava, la Gran Bretagna e l’Islanda, dove le temperature medie continueranno ad essere al di sopra della norma.
Per quanto riguarda le precipitazioni, le analisi previsionali indicano la possibilità che nei prossimi tre mesi le piogge possano essere copiose sulla penisola balcanica, mentre potrebbe manifestarsi siccità sulla Spagna nella seconda metà dell’estate e ad inizio autunno. Queste previsioni sono di carattere sperimentale e di natura probabilistica, pertanto, devono essere considerate con le opportune cautele ed anche considerando che non subentrino elementi esterni di instabilità come il fenomeno Enso.
Maggiori informazioni nel sito web.