In città si muore d’aria

81

Lo studio italiano Misa-2 ha stimato il numero di decessi (per tutte le cause naturali, per cause cardiovascolari e respiratorie) e di ricoveri ospedalieri (per cause cerebrovascolari e respiratorie) attribuibili a tale fenomeno, mettendo in evidenza che la mortalità risulta maggiore tra gli anziani e i neonati, l'impatto sanitario varia da città a città e […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.