La Gran Bretagna boicotta l’impegno europeo di ridurre le emissioni

67

La Gra n Bretagna si appresta dal 1° luglio prossimo ad assumere la Presidenza UE e viene duramente criticata perché, da una parte, dichiara che la direttiva sul commercio delle emissioni è lo strumento più potente per ridurre le emissioni in Europa senza danneggiare l’economia, mentre dall’altra concede un eccesso di permessi di emissioni rispetto a quelli che sono i suoi impegni.
dall’Istituto per le politiche economiche europee e da Alleanza verde critica il comportamento della Gran Bretagna e di altri Paesi europei perché nei loro piani nazionali di allocazione dei permessi di emissione sono stati dati permessi in eccesso tanto da rischiare di vanificare l’impegno europeo per il protocollo di Kyoto. Il rapporto suggerisce di rivedere tutti i piani nazionali di allocazione di permessi di emissione e di rimettere tutto nel corretto equilibrio.