La «diversità» interroga l’uomo

41

La «diversità» interroga l'uomo e lo pone di fronte alla responsabilità delle proprie scelte di vita e di fede. La «diversità» ci salva dai pericolosi solipsismi che alimentano il desiderio di potere. La «diversità» evita che l'uomo sia indotto alle umilianti adesioni all'«assoluto» di un pensiero «unico» e «illuminato», autoreferente, elitario e forse anche un […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.