La mappa dei provvedimenti nazionali

108

MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE: dal 28 settembre, con l’entrata in vigore della Legge 23 agosto 2004 n. 239 (G.U. n. 215 del 13/9/2004) sul riordino del settore energetico, agli incentivi per promuovere il passaggio al GPL e al metano per autotrazione – esistenti già dal 1998 – possono accedere nuove tipologie di autoveicoli e di beneficiari, rispetto a quanto previsto dalla legge 25 novembre 1997, n. 403 e dal Decreto Ministero delle Attività Produttive 2 luglio 2003 n. 183.
Da questa data, infatti, ottengono 650 euro le persone fisiche che trasformano e collaudano a Gpl o a metano il proprio autoveicolo entro i tre anni successivi alla data di immatricolazione. Prima del 28 settembre scorso ne avevano diritto solo coloro che collaudavano l’impianto entro un anno dalla data di prima immatricolazione.
Sempre validi i 1.500 euro di contributo per chi acquista (anche in locazione finanziaria) un autoveicolo nuovo di fabbrica omologato anche o esclusivamente a GPL o a metano.
Sia per la trasformazione che per l’acquisto, sempre dal 28 settembre, possono accedere all’incentivo anche le persone giuridiche (oltre alle persone fisiche), ma con dei limiti, chiariti definitivamente dalla Circolare n. 6325 del 18 novembre 2004 del Ministero delle Attività Produttive (Legge 23 agosto 2004, n. 239 – articoli 53 e 54, recanti modifiche e integrazioni ai requisiti per l’accesso ai contributi in favore degli autoveicoli alimentati a GPL e metano di cui al decreto legge 25 settembre 1997, n. 324, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 novembre 1997, n. 403. Indicazioni e chiarimenti.)
Le persone giuridiche possono usufruire dei contributi nei limiti della normativa comunitaria sul «de minimis» (di cui al regolamento CE n. 69/2001 della Commissione del 12 gennaio 2001). Ciò significa che le persone giuridiche che chiedono i contributi, per averne diritto, non possono eccedere i 100.000 euro totali di aiuti pubblici negli ultimi tre anni. Inoltre, non possono usufruire del contributo le imprese esercenti attività di trasporto merci in conto terzi.
Nella circolare si precisa anche quali sono gli autoveicoli soggetto dell’incentivazione, cioè gli M1: «veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente» e gli N1: «veicoli destinati al trasporto merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t».
Gli incentivi vengono erogati sotto forma di sconto; per le trasformazioni, il contributo di 650 euro viene erogato sotto forma di sconto dalle officine che aderiscono all’iniziativa. Lo sconto è praticato sul listino prezzi ufficiale, che le officine si impegnano a rispettare. Il listino, concordato con le associazioni ? Consorzio Ecogas, CNA/AIRA, Confartigianato Autoriparazione, Casartigiani ? è valido dal 28 settembre 2004 e per tutto l’anno 2005 anche al di fuori degli incentivi; infatti prende in considerazione la trasformazione delle auto non catalizzate.
Grazie all’Accordo di Programma firmato nel luglio 2003 con il Ministero delle Attività Produttive, il Consorzio Ecogas continua ad occuparsi, per le trasformazioni a gas, della verifica dell’applicazione degli incentivi e del listino, oltre che della raccolta delle adesioni da parte delle officine e


delle concessionarie.
Sul suo sito internet, www.ecogas.it, coloro che aderiscono possono espletare tutte le pratiche necessarie per il riconoscimento dell’incentivo. Inoltre, sono a disposizione di tutti i numeri verdi: 800 500 501 e 800 015 095.

PROGETTO METANO (Accordo Ministero dell’Ambiente, Fiat e Unione Petrolifera), capofila Torino: a tassisti, aziende del settore trasporti, commercianti ed artigiani, per nuovi veicoli a metano (ex fabbrica) sia mono che bifuel; per le vetture (M1) incentivo di ? 2.500, per veicoli commerciali trasporto merci (N1 e N2) da ? 1.500 a 6.500 a seconda della classe e della dimensione. Il contributo è erogato come sconto all’acquisto, non cumulabile con altri incentivi statali.
Info: www.comune.torino.it/progettometano/.

RIDUZIONE BOLLO: Riduzione del 75% della tassa automobilistica per vetture e veicoli ad uso promiscuo dotati di dispositivo per la circolazione solo con GPL o metano.
Info: www.agenziaentrate.it/servizi/bollo/informazioni.

IBM ITALIA: (Convenzione Consorzio Ecogas/Assogasliquidi) benefit standard ai dipendenti (8.160) delle sedi IBM su tutto il territorio nazionale (compresi pensionati e familiari) che trasformano un autoveicolo a gas. Per chi invece acquista un mezzo già omologato a GPL o metano: buoni carburante, Atlante e abbonamento alla rivista.

EUROMOBILITY: allo studio accordo tra Euromobility (Associazione Mobility Manager), Consorzio Ecogas ed Assogasliquidi.