La mostra «Giulio Carpioni. Il segno che diventa estasi»

28

Amato e ammirato nel suo tempo, venne presto dimenticato dalla città di Vicenza, che relegò molte delle sue opere più belle nell'ambito della pittura minore. Eppure oggi, incuriosita dalla figura di questo straordinario artista, la critica indica Giulio Carpioni come l'indiscusso protagonista a Vicenza e nell'ambiente veneto della rinascita classicistica e il fautore della rivoluzione […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.