La reazione del Wwf alla proposta Tremonti

35

È innanzitutto sbagliato pensare di vendere le spiagge per proporre infrastrutture utili al turismo di massa. C'è una grande sottovalutazione del valore paesaggistico, di biodiversità, di freno contro l'erosione rappresentato dalle nostre coste (1.500 km. di spiagge), se mantenute con criteri di naturalità. Un dato è emblematico: secondo un recente rapporto del Comitato per la […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.