Uomo e natura, un equilibrio sempre in costruzione

378
Buganvillea 49 PCatino
foto di Pina Catino

C'è un'assenza preoccupante di «senso umano delle cose» nel «fare meccanico» delle società tecnologicamente più sviluppate o più dotate di risorse finanziarie. Manca un discernimento capace di riconoscere nei «segni delle cose» (con i quali la natura parla alla nostra intelligenza) e nella «sostanza delle risorse» (materiali e intellettuali a nostra disposizione), il valore unico […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.