La storia di Emilio-Giovanni

30

Potrebbe essere arruolato come mascotte della campagna a tutela dei bufali campani, perché è il primo degli esemplari strappati ad un destino scontato. Poco più di tre anni fa è stato trovato in fin di vita da Dorothea Fritz, una veterinaria tedesca che da oltre venti anni vive e lavora in provincia di Caserta dove […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.