Le ragioni dell’altro. Percorsi formativi nell’intercultura

110

di Alessandro Baldi, edizione Carocci

Pagine: 126 | Costo ?: 10.00

Le ragioni dell’altro. Dove per altro non si intende l’alternativa all’uno, ma ciò che, unito a quest’uno, compone un’unità. L’integrazione tra culture differenti dovrebbe iniziare in famiglia, ma più spesso, purtroppo, parte solo dai banchi di scuola.
Alessandro Baldi, autore del libro «Le ragioni dell’altro ? Percorsi formativi nell’intercultura» (Carocci, 2006, pp. 126, euro 10) da anni docente al liceo classico Tasso di Roma, fornisce al lettore attento alcuni spunti di riflessione su come il dialogo e la comprensione, uniti alla disponibilità ad accettare approcci alla vita, come anche alla cultura, che solo apparentemente non ci appartengono, rappresentino la chiave per aprire alle differenze e costituire un «unicum» tra la nostra estrazione, la nostra mentalità e quelle di altri Paesi, non ergendosi in cattedra, bensì accostandosi, mescolandosi e quasi sentendosi uno tra gli «altri».

Il tutto, senza retorica e senza abbandonarsi a facili «populismi», ma con seria e attenta analisi. Uno sguardo diverso e fuori dal coro dedicato a chi, col diverso, spesso è costretto a identificarsi. Così come da sempre è stato fuori dallo stereotipato e dall’obsoleto, attento, al passo con una generazione irrequieta e in continua evoluzione, l’insegnamento di Alessandro Baldi, visto con gli occhi di chi ne è stata, ormai diversi anni fa, fortunata destinataria.

(Cristina Pacciani)