Oltre la notizia

108

Il decimilionesimo albero è stato piantato a Goma dal governatore e dal ministro dell’ambiente del North Kivu durante una cerimonia alla quale erano presenti, tra gli altri, i rappresentanti delle comunità locali
Il progetto, finanziato dal WWF e dalla Comunità Europea, ha coinvolto le comunità locali e lo stato per cercare di fornire una risorsa alternativa di legna da ardere che sia compatibile con l’ambiente. Infatti, sono stati messi a dimora alberi di 60 specie differenti con differenti tipologie di piantumazione. Con questi alberi è stata formata una fascia verde tutto intorno al parco.
Il progetto porta benefici economici tangibili alle comunità locali. Un ettaro di foresta ben gestito può produrre fino a 30 metri cubi di legname all’anno che possono essere venduti a più di 700 ? l’anno, una somma considerevole per le genti di North Kivu.
La popolazione della città di Goma si è decuplicata da quando nel 1987 è iniziato il progetto. Questo è dovuto sia alla normale crescita della popolazione, sia ai conflitti che hanno costretto migliaia di persone a stabilirsi in città.
Il Parco Nazionale del Virunga, istituito nel 1925 e primo parco africano, si estende su un’area di oltre 8.000 km2. Si trova nella parte orientale della RDC e confina con il Volcano National Park, in Ruanda, e il Mgahinga National Park, in Uganda. Questa è una delle zone più ricche di biodiversità di tutta l’Africa ed è caratterizzata da foreste tropicali di montagna, casa di alcuni degli ultimi esemplari rimasti di gorilla di montagna. Il parco del Virunga è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Il denaro raccolto dal Wwf in una recente sottoscrizione online è stato utilizzato per acquistare il legname per le popolazioni fuggite dalla guerra che vivono in campi di fortuna.