Scheda di presentazione del progetto dell’Arpa Toscana

118

Titolo – Acquisti e consumi consapevoli. Attuazione e diffusione di una buona pratica. L’esperienza di ArpaT

Tipologia innovazione – Sistema

Presentazione dell’innovazione – L’azione realizzata da ArpaT ha l’obiettivo di attuare e promuovere comportamenti ambientalmente e socialmente consapevoli, sia di acquisto che di uso/consumo di prodotti/servizi nelle Pubbliche Amministrazioni. ArpaT si è adoperata per:

– l’integrazione di criteri di «preferibilità» ambientale nelle procedure d’acquisto di alcune categorie di prodotti e servizi, come la carta ecologica, la cancelleria, gli autoveicoli (recentemente è stato acquistato dall’Agenzia un’auto a doppia alimentazione metano-benzina, n.d.r.), gli arredi tecnici e da ufficio di alcune strutture, servizi di stampa, servizi di pulizia e servizi di noleggio delle fotocopiatrici;
– l’adozione di una Politica degli appalti (Decreto del DG 565/2004) che considera criteri di sostenibilità ambientale e sociale nelle procedure di approvvigionamento attraverso la costituzione di uno specifico gruppo di lavoro interdisciplinare e l’implementazione di un «sistema di gestione», che prevede l’inventario delle procedure d’acquisto esistenti, la definizione di specifici obiettivi, la messa in pratica di un piano di attuazione, il monitoraggio e il reporting dei risultati gestionali;
– la realizzazione di percorsi educativo-formativi sul consumo sostenibile e sul Green Public Procurement – Gpp destinati sia al personale interno che alla comunità toscana (sono stati coinvolti oltre 40 Enti locali toscani);
– la realizzazione di convegni, seminari e tavole rotonde sui temi degli appalti sostenibili e delle politiche di Gpp;
– la partecipazione ai network tematici regionali e nazionali (gruppi di lavoro sugli «acquisti verdi» nelle reti delle Agende 21 Locali) nonché europei (campagna «Procuro+», promossa da Iclei).

Benefici ambientali – I benefici ambientali hanno una duplice valenza temporale: a breve termine, la riduzione dell’impatto ambientale di materie prime e processi produttivi impiegati nel ciclo lavorativo dei prodotti/servizi acquisiti; a lungo termine, la scelta condivisa di percorsi di acquisto verdi diminuirà ulteriormente la pressione ambientale.