Si parla di clima in diretta con il ministro dell’Ambiente

71

Partono sulla web tv della Conferenza Cambiamenti Climatici i «video aperti» in cui i cittadini potranno dire la loro su come affrontare la sfida del clima impazzito

Sarà un dialogo a molte voci quello che si svolgerà, a partire da giovedì prossimo, tra il mondo della ricerca, della politica e i cittadini, e che terminerà con un «video aperto» con il ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio lunedì 10 settembre, alla vigilia della Conferenza Nazionale Cambiamenti Climatici. Chi ha un computer, una webcam, un paio di cuffie e dei temi da porre si troverà fianco a fianco agli organizzatori della Conferenza, sulla web tv del sito www.conferenzacambiamenticlimatici2007.it.
Chiunque si può registrare e, nel caso non avesse una webcam con cui riprendersi, porre delle domande via e-mail.

Osservazioni, dubbi, commenti, consigli: il mutamento del clima non è un tema che coinvolge solo gli esperti e i decisori politici. I cittadini hanno da dire la loro su come affrontare i cambiamenti in corso, e per la prima volta la politica chiede un intervento diretto, a tu per tu. E chiede loro di «metterci la faccia», di entrare in contatto video con gli interlocutori che stanno raccogliendo le voci dalla ricerca, dalla società civile, dal mondo del lavoro e della produzione, per costruire una risposta efficace alla sfida del clima impazzito.

Anche questi tre appuntamenti aperti a tutti sono parte integrante della preparazione della Conferenza Nazionale Cambiamenti Climatici, voluta dal ministero dell’Ambiente e organizzata dall’Apat, che si apre a Roma (Palazzo Fao) il 12 settembre con il ministro Pecoraro Scanio, il Presidente della Camera Bertinotti, il commissario Apat Viglione, il direttore generale della Fao, Diouf, alla presenza del Presidente della Repubblica Napolitano.

Il giorno seguente, i lavori continueranno alla presenza del Presidente del Senato Marini, con la partecipazione di un folto numero di ministri (Padoa Schioppa, Bersani, De Castro, Mussi) e rappresentanti del mondo del lavoro e della produzione (i segretari delle Confederazioni sindacali, Marcegaglia per Confindustria), della ricerca (tra gli altri il premio Nobel Rubbia), della politica e degli organismi internazionali. Concludono i lavori il ministro dell’Ambiente e il Presidente del Consiglio Prodi.

A dialogare nel faccia a faccia via internet e web tv con chi ha da dire la sua sul clima che cambia, saranno nei prossimi giorni il ministro Alfonso Pecoraro Scanio e i responsabili scientifici ed organizzativi dell’evento: Giancarlo Viglione, Commissario Straordinario Apat, Vincenzo Ferrara, Coordinatore scientifico della Conferenza, Roberto Caracciolo, Direttore di dipartimento Apat

Ecco il calendario degli appuntamenti:
Giovedì 6 settembre dalle ore 19 alle 20, Giancarlo Viglione e Roberto Caracciolo
Venerdì 7 settembre dalle ore 19 alle 20, Vincenzo Ferrara
Lunedì 10 settembre dalle ore 19 alle 20, Alfonso Pecoraro Scanio.

Per ulteriori informazioni e per le specifiche tecniche, www.conferenzacambiamenticlimatici2007.it.