Il paesaggio da Corot a Monet

338

A Londra la National Gallery dedica una mostra alla pittura impressionista

Il disegno e la pittura all’aperto erano alcune delle caratteristiche tipiche dell’arte impressionista. Proprio alla rappresentazione en plein air del paesaggio, la National Gallery di Londra dedica la mostra «Corot to Monet», visitabile fino al 20 settembre 2009.

La mostra, che consente di inquadrare lo sviluppo della pittura all’aperto a partire dalla prima esposizione impressionista del 1874, presenta opere dei maggiori artisti del genere, a partire dalla ricca collezione permanente di paesaggi francesi del diciannovesimo secolo della National Gallery.

Il percorso espositivo della mostra «Corot to Monet» si apre con capolavori di Jean-Bapiste-Camille Corot, Simon Denis e Pierre Henri Valenciennes, attivi a Roma (e soprattutto nella campagna romana) tra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo. L’esposizione, inoltre, punta a dimostrare come i pittori francesi della cosiddetta Scuola di Barbizon (Théodore Rousseau, Jean François Millet, Narcisse-Virgilio Diaz de la Peña, etc.) siano riusciti a catturare e rappresentare con efficacia e intensità straordinarie i paesaggi dei propri luoghi d’origine, influenzando sensibilmente gli impressionisti nella loro fase di ricerca ed esplorazione di nuove tecniche pittoriche. Il percorso espositivo è completato, infine, da alcuni lavori giovanili di Monet (come Spiaggia a Trouville) e da opere tarde di Corot.

La mostra è allestita nell’ala Sainsbury della National Gallery. L’ingresso è gratuito.

Info:
The National Gallery, Trafalgar Square
London WC2N 5DN
Tel 020 7747 2885
information@ng-london.org.uk
www.nationalgallery.org.uk