Il virus nel cervello

226

Mentre scivolava verso il piano terra come un bolo alimentare indigeribile dentro un esofago irritato, Marino fissava le cromature scrostate della cabina magnetica, pensando al suo lavoro. Eliminò un messaggio, sicuramente spam, che gli era appena entrato nella Pem, senza neanche testarlo. La sua Protesi Elettronica Mentale, nonostante l'antivirus, stava sopportando sempre più spesso intrusioni […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.