II Paesaggio raccontato dai ragazzi

137

Alla base del percorso di Educazione al patrimonio ci sono la storia del territorio e la sollecitazione alla cittadinanza attiva sia per le giovani generazioni sia per gli adulti

Sul presupposto che si «conserva ciò che si conosce e si ama» e sulla specificità dell’educazione al patrimonio ed al paesaggio si basa l’offerta didattica e formativa di Italia Nostra per l’anno scolastico 2010-2011. Alla base del percorso di Educazione al patrimonio ci sono la storia del territorio e la sollecitazione alla cittadinanza attiva sia per le giovani generazioni sia per gli adulti.

Le esperienze fin qui condotte dall’Associazione si avvalgono soprattutto dei seguenti strumenti operativi:

– lo strumento della convenzione per promuovere forme concrete di partenariato nel territorio tra l’Associazione, le istituzioni scolastiche, gli Enti locali, le rappresentanze sociali, culturali e produttive.

– L’elaborazione e la realizzazione congiunta di progetti annuali (o pluriennali) finalizzati alla conoscenza ed all’uso responsabile del patrimonio culturale ed ambientale quale mezzo di formazione identitaria e di partecipazione al progresso del territorio.

Per l’anno scolastico 2010-2011, Italia Nostra propone alle scuole di ogni ordine e grado il Progetto nazionale «II paesaggio raccontato dai ragazzi: narrazioni e immagini nell’era digitale», quale percorso educativo che muovendosi dalla Conoscenza e dalla Consapevolezza, solleciti alla Creatività.

L’attuazione del progetto si articolerà nei punti seguenti:

– l’individuazione della tematica oggetto del percorso educativo, le diverse tipologie di paesaggio e le sue connotazioni naturali ed antropiche.

– La rappresentazione del paesaggio tra arte e documento.

– La ricerca sul territorio, svolta dagli alunni con il sostegno dei loro insegnanti, come occasione di concreta sperimentazione di concetti e conoscenze di approfondimento, di acquisizione di capacita e competenze Momento fondamentale è il contatto diretto con il bene, mediante la ricognizione, il rilievo, la documentazione, la schedatura.

– La comunicazione del bene culturale tramite le opportunità oggi offerte dalle nuove tecnologie (presentazione multimediale, «corto», ecc.), progettazione della comunicazione, sceneggiatura, riprese, montaggio; sarà sollecitato anche l’utilizzo di forme più «tradizionali» di comunicazione (grafica, pittura, fotografia, racconto) nel rispetto  delle predisposizioni degli alunni.

– Il confronto e la verifica conclusiva tramite la realizzazione di un evento pubblico (mostre, pubblicazioni, seminari, visite guidate) come occasione anche di protagonismo dei giovani.

Inoltre, Italia Nostra, tramite la proposta 2010-2011 intende contribuire ai Progetti di offerta formativa delle diverse scuole mettendo a disposizione le competenze degli esperti delle proprie sezioni locali e collaborando alla costruzione delle reti locali di partenariato.

Il Progetto nazionale prevede tre fasi:

– Peri docenti, il Corso nazionale di formazione «decentrato» in modalità blended. L’avvio del corso avverrà durante il mese di ottobre in diverse regioni italiane con una giornata seminariale dedicata alla presentazione del progetto e dei suoi contenuti nonché alla presentazione di alcune esperienze esemplificative già svolte; l’intervento di alcuni esperti completerà il programma della giornata. Tra i mesi di novembre e di aprile i docenti sono invitati a sviluppare la formazione on line, prendendo parte ad un forum dedicato sul sito web dell’Associazione. Infine, tra la fine di aprile e la prima metà di maggio, un secondo incontro seminariale, negli stessi siti del primo, permetterà di effettuare una valutazione congiunta dei risultati e delle prospettive.

– Per gli studenti il Concorso nazionale, rivolto alle classi o a gruppi di alunni, costituirà l’occasione per una attività di ricerca-azione collegata ai contenuti del Progetto; il concorso prosegue l’attività già realizzata nei due ultimi anni scolastici, potrà costituire un’utile integrazione delle attività didattiche e potrà contribuire alla formazione nei giovani del seno di appartenenza al proprio patrimonio culturale e di adesione consapevole alle complesse problematiche relative alla sua tutela, conservazione e valorizzazione.

– Materiali e percorsi didattici, nel sito di Italia Nostra e nel sito dell’Indire, che raccoglierà saggi, buone pratiche, sitografia, bibliografia e altro materiale utilizzabile sia per la formazione a distanza sia per lo sviluppo delle attività concorsuali.

Alla fine dell’attività ai partecipanti (docenti e allunni) sarà rifasciato un attestato subordinato alla frequenza di almeno i 3/4 del percorso formativo (per i docenti) e alla realizzazione degli elaborati finali (per gli studenti).

Per ulteriori informazioni sugli aspetti tecnico-organizzativi sul carattere specifico delle proposte e delle metodologie di lavoro si può contattare la dott.ssa Maria Rosaria Iacono, coordinatore del Settore Educazione al Patrimonio Culturale (manriarosaria.iacono@emal.it) e il prof Aldo Riggio. responsabile del Settore (educazioneformazione@italianostra.org, tel. 0685372735) e consultare il sito www.italianostra.org.

II calendario delle attività del Progetto è il seguente:

– 20 settembre. Adesione delle scuole al Progetto facendo pervenire ad Italia Nostra la scheda di adesione (per e mail o per fax 06-85350596), comunicazione del calendario dettagliato degli incontri seminariali di avvio del Corso di formazione con l’indicazione della sede di svolgimento

30 settembre. Bando dei Concorso nazionale «Il paesaggio raccontato dai ragazzi» e termine di iscrizione dei docenti al Corso di formazione

– ottobre-dicembre. Svolgimento degli incontri seminariali di avvio del Progetto

gennaio-aprile 2011. Attività di ricerca degli studenti.

aprile-maggio 2011. Svolgimento degli incontri seminariali di conclusione del Progetto

– maggio 2011. Premiazione e presentazione degli elaborati vincitori del Concorso.