Current tv Italia vince il premio Rossellini

247

Il canale italiano del network internazionale d’Informazione indipendente fondato da Al Gore si aggiudica il premio per l’impegno e l’offerta di contenuti a forte identità ecologista, coerenti con le linee-guida tracciate dall’ex-vicepresidente americano e premio Nobel

Current Tv Italia è stata premiata durante il weekend con il Premio internazionale Roberto Rossellini Maiori Film Festival.

La manifestazione, intitolata al maestro del neorealismo è quest’anno dedicata ai temi del’Ambiente e della sua salvaguardia in pieno spirito rosselliniano: fare del cinema «un’arte utile». Il canale italiano del network internazionale d’Informazione indipendente fondato da Al Gore si aggiudica il Premio Rossellini per l’impegno e l’offerta di contenuti a forte identità ecologista, coerenti con le linee-guida tracciate dall’ex-vicepresidente americano e premio Nobel nel film-documentario «Una Scomoda verità» (Oscar 2007) e del più recente libro «La Scelta».

Dopo una settimana di proiezioni e incontri, l’XI edizione del Premio Internazionale Roberto Rossellini Maiori Film Festival si è conclusa con il Galà di consegna del Premio, attribuito ad artisti del cinema e personalità attente alle problematiche sociali del nostro tempo.

Federica Masin, executive creative producer di Current TV ritira il premio per il team italiano del network di Al Gore, che solo la scorsa settimana è stato insignito migliore canale News in Europa agli Hot Bird Tv Awards 2010.

Gli altri vincitori XI edizione Premio Rossellini:

– Yann Arthus Bertrand per il film Home, autentico inno alla bellezza del nostro pianeta e alla sua delicata armonia, attraverso fantastici paesaggi di 54 paesi catturati solo dall’alto.

– Walt Disney Italia per film «Earth. La nostra Terra» di Alastair Fothergill e Mark Linfield, prodotto da Disneynature.

– Gaetano Pascale, responsabile di Slow Food Campania, per il film «Terra madre» (2009) di Ermanno Olmi.

– Mario Alverà per «The Climate Project», l’organizzazione mondiale che nasce dall’impegno in campo ambientale di Al Gore allo scopo di realizzare un’informazione chiara per tutti, ma rigorosa e esaustiva, sul tema dei cambiamenti climatici.

– Guglielmo Pepe, direttore, per la rivista National Geographic che da sempre si è prefissata di incrementare e diffondere la conoscenza geografica e allo stesso tempo di promuovere la protezione della cultura dell’umanità, della storia e delle risorse naturali.

– Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo, per Greenpeace uno dei più grandi movimenti ambientalisti del mondo