Presentazione

275

LEGGI LE NEWS

La cultura occidentale mostra sempre di più segni di cedimento. La conoscenza progredisce seguendo nuove direttive e le vecchie sono messe in crisi.

Il nostro passato è visto sotto nuova luce ed il futuro ha bisogno di nuovi riferimenti. La conoscenza «Meccanica e Quanto-Meccanica» è ormai in frantumi.

I tempi sono quindi maturi per pensare nuovi percorsi e «Villaggio Globale», da sempre attento al nuovo, vuol percorrere questo cammino anche insieme a Egocreanet/Lre, la cui anima è Paolo Manzelli (Università di Firenze, Dipartimento di Chimica). E per questo lancia questo spazio specializzato.

Manzelli, rilancia per il secondo decennio, il Progetto di innovazione trans-disciplinare dei saperi con l’obiettivo del superamento della concezioni riduzioniste della scienza «meccanica» e della conseguente divisione del lavoro nonché delle competenze professionali, che è stata ereditata nel contesto storico della ormai obsolescente società industriale.

«La scienza contemporanea – sostiene – basata sugli sviluppi tecnologici (nano- e bio-tecnologie, roobotica, studi neurologici, sistemi di comunicazione e formazione interattiva ecc.) fornisce uno scenario molto più articolato e complesso del riduzionismo cognitivo che è stato proprio della scienza “meccanica”.

«Pertanto la innovazione delle conoscenze sia nel campo scientifico sia umanistico ed artistico, implica una nuova articolazione dei rapporti tra scienza e società e del management organizzativo delle relazioni tra produzione e lavoro, finalizzate nel loro insieme, verso una più ampia e piena comprensione delle recenti scoperte scientifiche, nell’ambito di una condivisione cosciente delle nuove applicazioni tecnologiche, le quali interessano il cambiamento della vita attiva e produttiva della futura società della conoscenza.

«Il “Progetto Conoscenza 2011”, pertanto si propone di re-inverdire il sapere, superando la struttura disciplinare delle conoscenze ormai sostanzialmente incapace di interpretare innovazione tecno-scientifica contemporanea.

«Tale attività di Ricerca e Sviluppo associata ad iniziative di promozione della innovazione, è stata iniziata nel 2010 sulla base del volontariato scientifico e culturale di Egocreanet e collaboratori, ma in vero necessita di congrui investimenti, sia per rendere comprensibile teoricamente la nuova dimensione scientifica, sia per cercare nuove soluzioni di innovazione della produzione che verranno complessivamente finalizzate ad un rinnovamento socio-economico armonicamente rispondente alle prospettive di cambiamento e di gestione condivisa ed integrata del sapere, che è oggi alla base del programma di costruzione della società della conoscenza».