La libertà di pensiero non è una concessione

95
Fenicottero 55 LPerrini

È una qualità umana innata ed inalienabile da considerare anche nell'espressione di un dovere-diritto di assumere dirette responsabilità verso quelle diversità, di ciascun individuo, che sono risorse da mettere in gioco (e non ostacoli da abbattere) nella ricerca delle finalità ultime di un «tutto indefinibile» del quale siamo parte Immersi nei nostri pensieri, rimaniamo immobili, […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.